Jeder Mensch trägt ein Zimmer in sich

(Ogni uomo porta dentro di sé una camera)

«Ogni uomo porta dentro di sé una camera», scrive Franz Kafka.

Le stanze, le case, le città, raccontano chi le abita, raccogliendone l’identità. I legami tra lo spazio abitato e la topografia dell’anima appaiono evidenti. Attraverso le cose il ricordo ha la possibilità di ricomporsi, i luoghi di evocare sensazioni appartenenti al passato, in un continuo oscillare che dà forma a una narrazione mai diacronica, bensì frammentaria e soggettiva. La casa appare come un guscio, un nido, una tana, uno stato d’animo diventato materia.